elias khoury

Info Personali

Anni di attività: Dal 1972 ad oggi
Paese di residenza: Lebanon
Città: Beirut
Genere maschile
Data di nascita: 1948/07/12

Informazioni

Elias Khoury è un romanziere palestinese, drammaturgo, critico e un intellettuale pubblico di primo piano. Ha pubblicato dieci romanzi, che sono stati tradotti in diverse lingue straniere, oltre a numerose opere di critica letteraria. Ha anche scritto tre giochi. Tra il 1993 e il 2009 ha lavorato come direttore di Al-Mulhaq, il supplemento culturale settimanale del quotidiano libanese Al-Nahar.

Elias Khoury è nato in una famiglia della classe media nel quartiere Ashrafiyye prevalentemente cristiano di Beirut. Nel 1948, come libanese vita intellettuale fu sempre più diventando polarizzato, con l’opposizione assumendo un nazionalista arabo radicale e tonalità filo-palestinese, Khoury è recato in Giordania, dove ha visitato un campo profughi palestinese e poi si arruolò nella Fatah, la più grande organizzazione di resistenza nel Organizzazione Liberazione della Palestina. Ha lasciato la Giordania nel 1970 dopo che le forze della guerriglia palestinese nel regno sono stati schiacciati in Settembre Nero e viaggiato a Parigi per continuare i suoi studi. Ci ha scritto una tesi sul 1860 in Libano conflitto. Dopo il ritorno in Libano, è diventato un ricercatore con centro di ricerca dell’Organizzazione per la liberazione della Palestina a Beirut. Ha preso parte alla guerra civile libanese scoppiata nel 1975, ed è rimasto gravemente ferito, perdendo temporaneamente la vista.

Prima grande coinvolgimento di Khouri sulla scena letteraria arabo era come un membro del comitato di redazione della rivista Mawaqif, dove è entrato nel 1972. Altri membri incluso Adonis, Hisham Sharabi e, qualche tempo dopo, il poeta nazionale palestinese Mahmoud Darwish. Di questo gruppo, Khoury poi osservato che era importante, ma marginale: “Siamo stati né sulla destra liberale, né a sinistra classica intellettualmente parlando, siamo stati molto legati all’esperienza palestinese.”.

Dal 1975 al 1979 è stato direttore di Shu’un Filastin (affari palestinesi), collaborando con Mahmoud Darwish, e 1981-1982 direttore editoriale di Al-Karmel. Dal 1983 al 1990 è stato direttore editoriale della sezione culturale di Al-Safir. E ‘stato direttore di Al-Mulhaq, il supplemento culturale di Al-Nahar, dal momento che la sua ricomparsa dopo la fine della guerra civile.

Ha insegnato alla Columbia University, New York, presso l’Università americana di Beirut, l’Università Libanese, la Lebanese American University e la New York University.

Al-Mulhaq, sotto direzione editoriale di Khoury, è diventato il “tribuna di opposizione” ad aspetti controversi della ricostruzione post-guerra civile di Beirut guidato da uomo d’affari e politico Rafiq Hariri. La distruzione degli elementi superstiti del patrimonio architettonico della città nella zona di Burj e l’antico quartiere ebraico di Rue Ouadi Abou Jamil ha suscitato particolare opposizione.

Nel marzo 2001 Khoury firmato una dichiarazione con altri 13 intellettuali arabi (tra cui Mahmoud Darwish, Samir Kassir e Adone), opponendosi lo svolgimento di una conferenza di negazione dell’Olocausto a Beirut, un comunicato che è stato elogiato su Le Monde dall’ambasciatore israeliano in Francia. Khoury ha risposto con rabbia alle osservazioni dell’ambasciatore, che punta alla repressione israeliana della Intifada palestinese.

Khoury, insieme a Samir Kassir e altri intellettuali e attivisti politici, è stato coinvolto nella creazione del movimento Sinistra Democratica.

Risultati e premi

Il primo romanzo di Elias Khoury è stato un ‘ilaqat al-da’ira, 1975. E’ stato seguito nel 1977 dal grande successo The Little Mountain, ambientato durante la guerra civile libanese, che Khoury inizialmente vedeva come un catalizzatore per il cambiamento progressivo. Altre opere ben noti includono The Journey of Little Gandhi, circa un immigrato rurale a Beirut che vive attraverso le vicende della guerra civile, e Porta del Sole, 2000. Un epico ri-raccontare la vita dei profughi palestinesi in Libano dal la Nakba del 1948, Porta del Sole affronta anche sottilmente le idee della memoria, la verità e la narrazione. E ‘stato trasformato in un film del regista egiziano Yousry Nasrallah.

Più recente romanzo di Khoury, Yalo, è stato controverso in quanto raffigurato un ex miliziano accusato di crimini durante la guerra civile e ha interpretato l’uso della tortura nel sistema giudiziario libanese.

I romanzi di Khoury sono notevoli per il loro approccio complesso per entrambi i temi politici e le domande più fondamentali del comportamento umano. La sua tecnica narrativa comporta spesso un monologo interiore, a volte si avvicina un flusso di coscienza. Nelle opere più recenti ha avuto la tendenza a utilizzare un elemento di notevole colloquiale arabo, anche se la lingua dei suoi romanzi rimane principalmente l’arabo classico, che è anche chiamato arabo standard. Questo uso di forme dialettali aggiunge la credibilità e l’immediatezza della voce narratore. Mentre l’uso del dialetto nel dialogo è relativamente comune nella moderna letteratura araba (per esempio, nel lavoro di Yusuf Idris), Khoury introduce nella narrazione principale, un passo insolito anche se uno chiaramente associata alla tecnica narrativa delle sue opere.

Le opere di Elias Khoury sono stati tradotti in inglese, francese, tedesco, ebraico, portoghese, italiano, catalano, norvegese, spagnolo e svedese.

Lavori:

  • ‘un’ ilaqat al-da’irah, 1975 (romanzo)
  • Il Little Mountain, 1977 (romanzo)
  • Dirasat fi naqd al-shi’r, 1979 (la critica)
  • Le Porte della Città, 1981 (romanzo)
  • maschere bianche “, 1981 (romanzo)
  • Al-dhakira al-mafquda, 1982 (la critica)
  • Al-mubtada ‘wa’l-Khabar, 1984 (racconti)
  • Tajribat al-Ba’th ‘un ufq, 1984 (la critica)
  • Zaman al-Ihtilal, 1985 (la critica)
  • Il viaggio di Little Gandhi, 1989 (romanzo)
  • Il Regno of Strangers, 1993 (romanzo)
  • Majma ‘al-Asrar, 1994 (romanzo)
  • Porta del Sole 1998 (romanzo)
  • Ra’ihat al-Sabun 2000 (romanzo)
  • Yalo, 2002 (romanzo; Migliore Tradotto Book Award 2009 short-list)
  • Ka’anaha Nae’ma, 2007 (romanzo)

Le informazioni fornite per gentile concessione di www.allforpalestine.org